Fulgor

Progetto del nuovo Teatro Fulgor e annessi
spazi di incontro

Modalità: Concorso di Idee / Affidamento
Tipologia: Teatro
Luogo: Gambettola (Forlì-Cesena)
Commitente: Curia Gambettola
In collaborazione con: Arch. Cristian Baldacci
Anno: Luglio 2009
Esito: Primo premio - In realizzazione

Torna all'Elenco

Fulgor - Teatro

La proposta progettuale si propone di recuperare il vecchio teatro, ampliandolo per ospitare le nuove funzioni contenute nel bando di concorso. Il progetto cerca di rispondere ai problemi dell’area in oggetto in modo semplice e diretto. Il nuovo ampliamento è composto da due corpi distinti: una cortina perimetrale che crea un patio aperto, luogo delle relazioni, attorno al quale sono inseriti gli spazi di servizio; ed un corpo a ponte sospeso, nel quale vengono ospitate le funzioni prevalenti. La volontà di sopraelevare tale corpo di fabbrica nasce da motivazioni precise che garantiscono una migliore qualità spaziale. C’è in primo luogo la necessità di non occupare ulteriore spazio a terra, mantenendo inalterata la superficie a verde; inoltre, la sospensione permette di creare uno spazio coperto che, individuando i vari accessi, si configura come una grande piazza coperta, luogo di incontro. Il muro perimetrale in cemento armato crea una corte interna aperta sul parco, mettendo in costante relazione le nuove funzioni, il teatro e la Casa del Ragazzo. Il progetto non assume così un carattere unitario ma tende ad equilibrare un sistema formato da più variabili, si costituisce di fatto un nuovo luogo con una forte caratterizzazione urbana. L’area di progetto nonostante la sua natura privata, assume un elevato valore pubblico, è quindi necessario un rapporto reciproco con il paese, ciò viene risolto attraverso l’individuazione di un portale di accesso che garantisce la visibilità necessaria e regola i flussi di entrata, distinguendo i percorsi pedonali e carrabili. La corte interna si configura come uno spazio di mediazione urbana tra la città ed il parco, assicurando la lineare permeabilità verso il verde.